Senryu n. 2 di Raffaele Innamorato

– foto di Ariel Gonzales –

Il nastro scorre 
tra libere esegesi: 
amore in vista.

*

Raffaele Innamorato

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

5 thoughts on “Senryu n. 2 di Raffaele Innamorato

  1. Potrebbe essere il nastro della vita, ma anche quello di una musicassetta, uno scorrere delle ore, dei giorni e dei vissuti, ovvero libere interpretazioni di quel che siamo o potremmo essere.
    Ed in tutto questo ci sono storie di uomini qualunque, di storie d’amore, di coloro che si amano mentre tutto scorre…
    Molto bello anche questo senryu Raf!

  2. Ho dovuto rileggerlo, lo ammetto, non è un haiku immediato, è un po’ come se chiedesse di esser letto con particolare attenzione; di contro l’ho apprezzato nel tempo, nella rilettura, in particolar modo la connessione tra il primo e il terzo verso operata dal secondo. Il primo flash fa pensare al tempo che scorre, alla caducità umana, mentre quello conclusivo apre a quanto ancora può esser vissuto…è nel secondo verso che immagino la chiave della conciliazione, nell’osservazione consapevole dei vissuti che ci circondano e di quelli che ci riguardano, nell’interpretazione, che è libera, a volte tanto da sfiorare il bizzarro o l’insensato, sembra suggerire il verso, ma sulla necessità di questa libertà non si discute. Una volta terminata la lettura, inizia l’haiku, i versi richiamano sempre la stessa sensazione, non perde la sua valenza, ma ne acquista di nuove. Così quel primo verso inizia a riferirsi al dipanarsi della vita non solo nel tempo ma anche nella dimensione “spaziale” delle esperienze: lo stesso nastro è un oggetto fisico con una sua dimensione spaziale, che può assumere nelle forme più controverse (mi vien da pensare al nastro di Moebius), la chiave è ovviamente quell’esegesi, centrale in tutti i sensi. L’amore, in vista, rimane riferimento all’impulso alla vita, al nuovo, al “a venire”, ma anche per quella stessa opera di esegesi, che è libera, come non amarla… Solo una delle impressioni che ho avuto, il tema è talmente universale che si potrebbero seguire mille fili di pensiero.
    Un haiku molto particolare, delicatamente profondo, da scoprire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: