Viandante urbano #4

acqua negli occhi
il più fedele specchio –
chissà s’è vero

~ © Arashisei ~

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Arashisei.

4 thoughts on “Viandante urbano #4

  1. Il primo verso, Andrea, mi ricorda il film ‘Memorie di una geisha’, quando ad Hatsumomo viene fatto notare che aveva l’acqua negli occhi, proprio perché come l’acqua il suo animo era sempre pronto a scavare, erodere la roccia per trovare una via d’uscita.
    Non ho parole per la bellezza, la veridicità e la grandezza profonda insita nel secondo verso, la penso esattamente come insegni: il più fedele specchio.
    Da uno sguardo non puoi fuggire se non in due modi: voltarti dall’altra parte oppure abbassare lo sguardo in terra, ebbene in entrambi i casi hai perso, viandante, hai dichiarato la tua sconfitta, la tua viltà, perché c’è modo e modo di perdere.
    Chi ha acqua negli occhi non abbassa mai lo sguardo ma finanche il sole riesce a fissare, ore ed ore, senza rimanerne accecato, mai.
    Ammetto di trovare criptico il terzo verso ma la bellezza di un haiku non è forse anche la sua impenetrabilità?
    Come acqua negli occhi, l’acqua non sai dove andrà, l’acqua non ha forma, l’acqua passa dappertutto, l’acqua vive.
    Grazie Andrea per averci regalato un haiku bellissimo, che corre come l’acqua attraverso mente, corpo ed anima.
    Un abbraccio
    Massimo

  2. Gli occhi sono lo specchio dell’anima e il tuo ku centrale pone l’accento proprio su questa affermazione. Il terzo ku, però, sembra quasi insinuare un dubbio…. come se tu ti chiedessi se anche gli occhi possono mentire. Come ha scritto Massimo, è un verso criptico, che lascia spazio all’interpretazione di ciascuno di noi. Io l’ho letto a modo mio…

    Ciao, Andrea, un caro saluto e grazie di continuare a renderci partecipi delle esperienze e delle riflessioni del tuo viandante urbano.
    Flavia

  3. Ho letto i commenti approfonditi di Massimo e Flavia ed in linea di massima di trovo d’accordo con loro, ma la bellezza della poesia sta nel fatto che essa puo’ essere interpretata in mille modi.
    Acqua negli occhi, alla mia prima lettura, suggeriscono lacrime, specchio di emozioni che come il mare, o un ruscello, o un fiume, invadono i nostri occhi, portando a galla mille emozioni. Gli occhi si dice, che sono lo specchio dell’anima. Ma sarà vero?
    Ci sono persone che hanno occhi che rassicurano, ma chi ci dice che essi siano i fedeli compagni dello spirito?
    E se essi fossero come una maschera che simula e nasconde una parte di noi?
    Io ho inteso questo Andrea, ma come ogni viandante, mi trovo a percorrere strade impervie ed imperscrutabili, la meta credo che appaia ancora molto lontana…
    Meraviglioso scrivere il tuo, ogni volta che ti leggo rimando senza parola per la profondità del tuo pensiero.
    Eufemia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: