senryu

“getta la ciotola
mendicante stancato
senza un quattrino”
(Klara Bujtor)

Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

4 thoughts on “senryu

  1. Questo bellissimo senryu, lo definisco un senryu visivo in quanto quello che si legge si percepisce come una visione. La vita è strana e spesso austera. Versi sulle note della vita; davvero belli!
    Lucia

  2. Ti faccio i complimenti klara perché il tuo scritto è assai profondo e malinconico. Un uomo stanco di vivere e di chiedere, quando si arriva a questo la stanchezza pervade ogni cosa e si perde anche la speranza.

  3. Un bellissimo senryu, orientale nello spirito dei versi e nella forma compositiva.
    Quando la disillusione diventa amara certezza, la rassegnazione ci vede indifesi e vinti: in questo il mendicante ‘stancato’, prima che stanco appunto stancato: stancato dall’indifferenza , da egoismi, incertezze.
    In quel ‘getta la ciotola’ ci leggo un ‘getta la spugna’.
    Tanta malinconia Klara.
    Un Saluto caro, Massimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: