Autumn leaves (wird)

Le foglie volgono al rosso
nell’ultimo scorcio d’estate –

Nuvole errabonde sono vento
ad annunciare giorni di neve

Sui nidi vuoti rami spogli –
attese e speranze di raggi di sole

 

 

Eufemia – Settembre 2012

*Wird diviene un genere poetico ad elevata valenza introspettiva ed enigmatica, caratterizzato da una struttura a distici incrociati.
Più nel dettaglio, esso si compone di tre distici a lunghezza variabile (sigel, hagal, wird). E’ un genere poetico che si rifà alla tradizione linguistica sassone, e corrisponde alla “runa bianca” del fato. Inventore del genere è Luca Cenisi http://www.lucacenisi.it/il-wird.htm

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

5 thoughts on “Autumn leaves (wird)

  1. Belli e particolari questi versi, hanno un fascino un po’ nordico, un po’ da saghe di altri tempi. Sigel e hagal dipingono entrambi immagini splendide, pervase di colore e di una tenue malinconia, inchiostrata io credo da un contrasto ottenuto dall’accostamento di immagini, statiche nel sigel -il mutare dei colori è lento e graduale, impercettibile all’occhio- e dinamiche nell’hagal -che evoca il vento e l’idea delle nubi in corsa. La percezione che ne deriva assecondando questa sensazione è di caducità, presente nel ciclo neaturale -e di riflesso nel ciclo delle cose- e di impermanenza, nei confronti del mondo che qualunque cosa accada continuerà a girare.
    Particolarmente ispirato il raccordo finale tra sigel e hagal, che riprende i due temi e senza alcuna forzatura riesceo ad armonizzare la promessa dell’inverno ( Sui nidi vuoti rami spogli ) e la speranza di godere fino in fondo dell’ultimo frammento d’estate ( attese e speranze di raggi di sole ). Non solo, quegli ultimi due versi portano un ulteriore ribaltamento, e dopo la malinconia sapientemente insinuata fino a questo punto giungono come un balsamo a lenire l’animo del lettore, con quell’ultimo verso, invito a godere di ogni gioia che il presente può offrire (gli ultimi raggi del sole estivo) piuttosto che lasciarsi dominare dallo scoramento per le difficoltà ancora a venire. Molto zen come pensiero, e molto apprezzato il Wird, pur conoscendo io ancora poco il genere. Complimenti Eu

  2. Luca Cenisi Ti avevo mandato un messaggio in privato, ma no problem, lo ripropongo qui: “Mia cara, sai bene che se un’opera non mi convince del tutto lo si capisce dal tono dei miei commenti; per cui, prendi queste parole esattamente per come esse si presentano. Tra tutte le poesie in wird che ho letto sinora, il tuo è in assoluto il più bello, il migliore non solo per immagini, ma per il modo in cui sei riuscita a renderle: le differenze tra sigel e hagal trovano testimonianza dapprima nelle “foglie rosse” e, poi, nelle nuvole cariche di neve. Ma a sorprendere è il wyrd finale, laddove non ti limiti a coniugare i due spaccati naturalistici, ma li unisci attraverso un distico che più bello non poteva essere: le foglie ingiallite diventano “rami spogli”, mentre le nuvole si trasformano in “speranze di raggi di sole”. Hai ricondotto ad unità due elementi contrastanti grazie ad un’intuizione poetica che sinora non avevo riscontrato! Dovrei leggere altre tue poesie sul wird, ma sarei tentato di dire che questo genere poetico è nato apposta per te!
    Davvero geniale la chiusa, Eufemia cara! Hai unito sapientemente la regola generale del wird con un principio basilare dello haibun, ovverosia l’armonia dell’esprimere un concetto attraverso più immagini che, nella sostanza, riconducono al medesimo nucleo ispirativo!

  3. Ogni tuo verso è un dipinto della vita e della natura che ci avvolge con i suoi colori, da tenui dell’estate, a forte dell’autunno che sta per raggiungerci. Versi splendidi e di rara bellezza. Lucia

  4. Ero già passata in questo tuo bellissimo blog e la sensazione che ne ho ricavato è di una piacevole sorpresa, come la prima volta. Le poesie, le immagini, la musica che scegli trasportano il lettore in un mondo incantato, in un luogo sospeso tra sogno e realtà. Complimenti per l’eleganza creativa, non è da tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: