baishu n.1 di Massimo Baldi

baishu n.1 di Massimo Baldi

i pini sussurranti
nelle brezze del crepuscolo
mesto è il gracchiar di corvi –
mi sorprese la fredda notte

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Max.

2 thoughts on “baishu n.1 di Massimo Baldi

  1. una notte che ci si attendeva fosse diversa, quel sussurrare di pini al crepuscolo sembrava suggerirlo con voce eterea, sottile, ventosa… ma la notte è fredda e i corvi gracchiano… In 4 versi un mondo pieno di suggestione, emozioni che si toccano con mano… Stupore!!

  2. Meraviglioso baishu che segue alla perfezione la filosofia di questo componimento poetico, in particolare per la presenza dei “rami terrestri” o dizhi (地支) che rappresentano i dodici elementi che, insieme ai cosiddetti “tronchi celesti” (天干 tiangan), formano il sistema di numerazione temporale Ganzhi (干支), utilizzato per segnare l’avvicendamento degli anni, dei mesi, dei giorni e delle ore non soltanto in Cina, ma anche in Giappone, in Vietnam e in Corea. In questo caso la parola crepuscolo rientra nel dizhi.
    Un abbraccio ,
    Eufemia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: