Le frotte di cormorani e il gabbiano solitario (poesia di ispirazione cinese di Massimo Baldi)

Le frotte di cormorani e il gabbiano solitario

quanti cormorani sulla scia del tramonto, muovono ali in sincronico afflato
appena appena intravedo un gabbiano, solitario, leggero, radente
vuole il sole, lo cerca, lo rincorre e lo trova; ed io con lui –
fuggo le masse di mestieranti e reietti, la notte rimarrò con lui nel silenzio!

Questa voce è stata pubblicata da Max.

3 thoughts on “Le frotte di cormorani e il gabbiano solitario (poesia di ispirazione cinese di Massimo Baldi)

  1. carissima Eufemia, ti ringrazio di cuore.
    Da oggi allora utilizzerò questa tag; vi segnalo questo poeta cinese, Li Shang Yin, ha composto poesie d’amore e sulla natura meravigliose!
    Un abbraccio
    Massimo

  2. In questa tua poesia ritrovo l’aware tipicamente giapponese
    ma anche il sabi e lo hosomi, ossia la delicatezza nel tratteggiare immagini come fa un
    pittore col suo pennello. Al contempo la visione è malinconica (sabishisa) e attraversa la lirica dal primo all’ultimo verso. Interessanti questi esperimenti lirici di cui di sicuro in Italia non vi è eguali. Sarebbe bello che tu scrivessi un articolo in cui tracci le linee guida della poetica cinese, accostandola a quella giapponese, con le differenze e le analogie.
    Complimenti ed un abbraccio,
    Eufemia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: