Intervistando-CI: Mondidascoprire (Annamaria Pepe)

1)    Presentati brevemente, indicando anche il tuo blog, se ne usi uno per pubblicare.
Annamaria Pepe, medico ospedaliero, amante della natura, in particolare della montagna, appartengo ad un movimento cattolico e amo la vita sociale e mi piace la lettura impegnata e quindi anche la poesia.
Il mio blog è  mondidascoprire.wordpress.com raccoglie articoli, pubblicazioni , musica e video che mi interessano e che hanno una portata culturale importante per me.

2)    Quando hai iniziato a scrivere cosa ti ha spinto e perché?
Sono stata invitata a scrivere dalla Redazione  di lanostracommedia e ho iniziato veramente da poco a scrivere  poesie in Metrica Giapponese, soprattutto Haiku.

3)    Che genere di poesia scrivi? Se più di uno, in quale pensi di riuscire ad esprimerti meglio?
Lo haiku mi permette di esprimere in poche parole ciò che mi preme dentro  e poi sono introversa.
Compongo Tanka e Renga.

4)    Il tuo lavoro è influenzato/ispirato da qualche poeta del passato? Se sì, chi è e in che modo ti influenza/ispira?
Mi  piacciono molti poeti, in primis Dante e Leopardi , ma anche molti altri autori sia itaiani che stranieri.

5)    Definisci il tuo stile poetico con un aggettivo e spiegane il motivo.
Non credo di avere uno stile ,ma dovendolo definire , è sicuramente introspettivo.

6)    Tutti i poeti hanno delle parole, delle frasi che non riescono a fare a meno di usare. Quali sono le tue parole o frasi più ricorrenti?
Cuore, desiderio, libertà, felicità, compimento.

7)    Si dice che per vedere il mondo per quello che è veramente si dovrebbero guardare commedianti, artisti e poeti. Che cosa pensi emerga spontaneamente dalle tue opere?
Che l’uomo è desiderio di lnfinito e di felicità.

8)    Spesso i poeti sono attivi anche in altri campi creativi. Oltre alla poesia ti esprimi anche in altri campi artistici non-letterari? Quali?
No, nessun altro tipo.

9)    Quale tipo di letture preferisci?
Sono vari e tanti i generi che mi interessano,   romanzi, poesie, saggi di autori che ricercano  e lottano per la verità e per il significato del vivere e morire.

10)    In tempi recenti è sempre più frequente la pubblicazione di poesie su blog o social network. Molto spesso si possono trovare lavori interessanti e ben scritti. C’è qualche poeta che torni a leggere di frequente e che vorresti raccomandare? (se possibile aggiungi anche il link al blog).
Sì , Davide Rondoni, poeta contemporaneo, che amo molto, perché vicino al mia sensibilità.
daviderondoni.altervista.org

11) Hai mai pubblicato una raccolta personale delle tue poesie? Se sì fanne una breve descrizione indicando anche i dettagli della pubblicazione (editore, distributore).
No

12) Spesso i poeti sono persone eccentriche. C’è qualcosa di te che rientri in questa definizione?
Irrequieta è la mia definizione.

13) Per chiudere l’intervista cita tre dei tuoi versi che credi siano i migliori (indicando tra parentesi il titolo della poesia e, se pubblicata, dove leggerla).
Tanka (Paradiso) pubblicata su lanostracommedia

Vivere sempre
all’ altezza di desio
fu come amore

Come Amore che move
il Sole e tutte Stelle

 

E’ possibile leggere tutte le interviste che via via saranno pubblicate anche sul nostro sito, cliccando su questo banner

599307_564163986965138_2078815686_n

http://memorygeisha.sitiwebs.com/page38.html

Le domande rivolte agli haijin sono state tratte dal blog Poeti d’ombra, col consenso dell’autore Francesco Vitellini, quale form generico per gli Artisti di Memorie di una Geisha, avendolo trovato assai stimolante e originale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

10 thoughts on “Intervistando-CI: Mondidascoprire (Annamaria Pepe)

  1. Sono particolarmente di avere letto l’intervista di Annamaria, che poco alla volta tutti noi stiamo imparando a conoscere e ad apprezzare. Dalla tua intervista trapela modestia, ma allo stesso tempo voglia di mettersi in gioco ed imparare.
    La strada della Poesia – quella vera – come la lirica giapponese, è un sentiero infinito: esiste un punto di partenza, ma non di arrivo. Lo haiku è una rivelazione per molti, benché a mio parere non sia così facile scriverli e parte della loro bellezza, deriva dal karumi, la leggerezza e l’innocenza che stanno alla base della poesia di Basho e dalla delicatezza delle immagini descritte (hosomi).
    L’irrequitezza sta spesso alla base della buona poesia, che è un percorso fatto di studio, approfondimento e non improvvisazione: mi sento di dirti, che non esiste l’ispirazione tout court, ma insieme ad essa occorre cultura, lettura, approfondimento e tecnica e infine, duri anni di lavoro.
    Dante e Leopardi sono tra i miei poeti preferiti, mi rispecchio molto nel loro pensiero e nella bellezza della loro lirica; l’Inferno è la mia cantica preferita e “Canto di un pastore errante”, la lirica leopardiana che ricorderò per sempre.
    Sono felice della tua intervista, di scoprire che sei un medico, complimenti Annamaria e buona prosecuzione.
    Un abbraccio,
    Eufemia

  2. Cara Annamaria ti conosco ormai da tanti anni, e ti ho sempre ammirata per la tua semplicità, la tua schiettezza, la tua grande Fede e per la missione professionale che hai intrapreso. Da qualche tempo leggo con grande piacere i tuoi versi in metrica che ci rivelano un animo sensibile dolce determinato e profondo. Mi sembra doveroso notificare Davide Rondoni che anche io ritengo personalmente un grande poeta contemporaneo. In bocca al lupo per tutto bisous

  3. Conosco Annamaria da un bel po’ e ne ho apprezzato sempre la sua fede che sicuramente si rifletterà nel suo lavoro… Relativamente da poco ha iniziato un nuovo percorso poetico che personalmente ammiro, riflettendo un suo stile, diretto ed introspettivo. Ovviamente grazie all’intervista, ho avuto modo di conoscerLa ancora di più e stimarLa…
    Complimenti, Annamaria…
    Ros

  4. Ho incontrato spesso Annamaria su La Nostra Commedia e sono lieta di vedere che la lirica giapponese ha affascinato anche lei. Grazie a questa bella intervista ho potuto conoscerla più a fondo e ho particolarmente apprezzato il suo modo immediato e diretto di proporsi.
    Un caro saluto, Annamaria.
    Flavia

  5. Ti sento persona introversa sì, ma infinitamente sensibile, alla ricerca di quella pienezza e quell’infinito che difficilmente riusciamo a definire, a possedere, a raggiungere… ma non è questa l’essenza della condizione umana? hai toccato, come vedi, dei tasti per me molto significativi e di profondo sentire… Davvero onorata di averti conosciuto, ti leggo con vero interesse

  6. Ciao Annamaria, sono felice di seguirti su questa piattaforma dove posso cogliere appieno le tue doti, infatti la nostra conoscenza anteriore era piuttosto superficiale e non mi permetteva di metterti a fuoco completamente.
    con affetto
    Giorgio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: