Haiku di Massimo Baldi

Haiku di Massimo Baldi

Haiku n.162
Foglie scarlatte
tre ghiande vuote e un cervo-
la bruciante alba

Haiku n.162 bis
nel viale all’alba
fango su foglie e rami –
la gora e il rospo

Haiku n.163
canto del merlo
nuovo dolce risveglio –
scrivendo altri ku

Haiku n.164
nel castagneto
gli esili raggi d’ambra –
il riccio vuoto

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Max.

2 thoughts on “Haiku di Massimo Baldi

  1. Leggerti e sostare tra i tuoi haiku è sempre un immenso piacere; la poesia giappponese scorre in te come un fiume, in maniera fluida e naturale e non per nulla, continuo a dire che sei uno dei massimi esponenti del genere, in Italia. In questi quattro haiku, è la natura la protagonista: le foglie, le ghiande, il cervo e l’alba; e poi ancora foglie ed un rospo e il merlo, animale che amo moltissimo e che secondo me è un po’ il simbolo dell’autunno, col suo colore nero, che in un certo senso richiama la notte e dunque la poca luce,. che contraddistingue questa stagione.
    Anche lo haiku si compone al suo bel canto, come una musica esso nasce dopo il dolce risveglio, dunque il merlo nello haiku n. 163, porta pace ed equilibrio nello spirito. Bello l’ultimo col colore dell’ambra e del riccio protagonista, che dà un tocco di candore alla tua poesia.
    Un abbraccio
    Eufemia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: