Parliamo d’amore, Keiryu

Immagine

*

il tormento dei fianchi
tra inquiete lenzuola scarlatte
e immaginari orizzonti,
l’eco di morbidi gemiti
nella metà vuota del letto

*
Maria Grazia Tomassini

opera di Camille Claudel ” Le Valse”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da ilbaciodellaluna.

4 thoughts on “Parliamo d’amore, Keiryu

  1. Questa scultura è meravigliosa, amo molto Camille Claudel e credo che questa scelta sia assolutamente perfetta a questi tuoi versi così forti, passionali, in cui l’amore è malinconia e tristezza e tormento. Ci sono molti degli stati d’animo della poesia giapponese….e molta emozione nel leggerti…♥

  2. Non conoscevo Camille, la sua arte mi rammenta Rodin nella sinuosità delle forme, Grazie davermi dato conoscenza di questa artista. I versi… i versi proposti vestono raffinato ed elegante erotismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: