La storia del senryū 川柳 parte II -di Valeria Simonova – Cecon

download

 

Concorsi maekuzuke e l’antologia Haifu Yanagidaru.

A Edo vi erano molti concorsi di maekuzuke e quindi diversi giudici. Il più importante di questi si chiamava Karai Hachiemon e usava nelle sue attività il pseudonimo Senryū. I suoi concorsi erano famosissimi. La partecipazione avveniva spesso mediante alcune case da tè a Edo, dove l’autore poteva lasciare i suoi componimenti assieme ad una tariffa assai “salata” (la partecipazione era a pagamento) che veniva raccolta e trasmessa a Karai. Dopo aver fatto la selezione, Karai esponeva dei grandi “schermi” (kawaraban) dove erano pubblicati i migliori versi scelti, assieme ai versi precedenti, proposti dallo stesso Karai. I nomi degli autori delle strofe, invece, non venivano indicati. L’anonimato era tradizionale per i concorsi di questo tipo, perchè nonostante la loro enorme popolarità, erano considerati poco nobili e non adatti per i rappresentanti dell’alta classe dei samurai oppure per i membri di scuole haikai di alto rango e tenore.

Vediamo qualche esempio di versi del concorso di Karai.

Ad un maeku proposto da Karai di 7/7 sillabe

寄り合ひにけり寄り合ひにけり
yoriai ni keri yoriai ni keri

mettendosi insieme
mettendosi insieme

un partecipante aggiunse questo verso:

國はなし つきれハ猫の 蚤をとり
kunibanashi tsukireba neko no nomi o tori

stanchi di parlare
del loro paese natale
tolgono le pulci al gatto

Si tratta di due servitori, probabilmente due ragazze dello stesso villagio, venute nella città di Edo per lavorare come domestiche in case delle famiglie benestanti. Hanno lavorato tutto il giorno per poi mettersi a chiacchierare.

Possiamo osservare che i versi proposti da Karai sono molto semplici e consistono in una ripetizione della stessa frase. “Alleggerendo” in questo modo il suo verso, Karai dava ai partecipanti più libertà di interpretare il verso precedente e allo stesso tempo si metteva più rilievo sul verso del partecipante, quello in 5/7/5. Probabilmente questo ha permesso la creazione di versi in 5/7/5che potevano essere letti e compresi bene anche da soli, senza il verso scritto prima da Karai. Ma all’inizio i due versi erano pensati insieme, completando l’uno con l’altro. L’idea di pubblicare i versi scelti da Karai è venuta in mente ad un suo collega e amico, Goryoken Arubeshi. Goryoken, sicuramente anche lui un conoscitore e scrittore di haikai e zappai, ha tolto del tutto i versi precedenti di Karai lasciando solamente quelli aggiunti. Inoltre, ha modificato alcuni versi in modo da renderli ancora più autonomi e caomprensibili senza il verso precedente. Dopo di ciò, queste strofe non erano più considerate come zappai (il collegarsi di alcune strofe), ma come componimenti indipendenti. Goryoken cominciò a pubblicare le strofe redatte in quel modo in una antologia di più volumi a cui fu dato il nome di “Haifu Yanagidaru” (誹風柳多留), letteralmente “botte di legno di salice in stile haikai”; le botti di questo tipo venivano usate per tenerci il sakè). Anche in questa antologia i versi sono anonimi. Durante la vita di Karai furono pubblicati 24 volumi di Haifu Yanagidaru, ma la pubblicazione continuò anche dopo la sua morte per arrivare a raggiungere i 167 volumi (il primo volume pubblicato nel 1765 e l’ultimo nel1840). Dopo la sua morte, suo figlio maggiore fu nominato Senryū II e continuò l’opera del padre com’era usanza a quei tempi. Suo fratello minore diventò in seguito Senryū III. Questa tradizione di attribuire il titolo di “Senryū” ad un autore prominente di questo genere è arrivata fino ai giorni nostri. Nel momento presente c’è Wakiya senryū XV, uno scrittore e studioso di senryū già molto avanti con gli anni.
Mentre Karai era in vita, i versi pubblicati nell’antologia venivano chiamati semplicemente “versi in stile zappai scelti da Karai Senryū”, nel secolo successivo il nome più usato era “kyoku” (狂句) – versi pazzi. I componimenti dei primi 24 volumi di Haifu Yanagidaru, scelti da Karai, ora vengono chiamati kosenryū (古川柳, lett. vecchi senryū).

Valeria Simonova -Cecon 

Dalla pagina FB Cuccagna

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: