La shirabyoushi congedata – commento ad uno haiku di Yosa Buson

Carissime/i,
grazie al prezioso contributo di Naotaka Uematsu san, ho conosciuto ed approfondito questo “fictional haiku” di Buson.
Condivido ora con voi il frutto di queste mie ricerche, sperando che questa lettura possa essere per voi interessante come lo è stata per me.
Un caro saluto 🙂
Maria Laura

Komorebi

みじか夜やいとま給る白拍子

mijika-yo ya itoma tamawaru shirabyoushi(蕪村)。

short night,-

a Shirabyoushi is granted 

dismissal (Buson, tr. Naotaka Uematsu)

breve la notte –

una Shirabyoushi

è congedata (Buson, tr. Maria Laura Valente)

Questo haiku di Yosa Buson (与謝蕪村), ambientato (e composto) in una notte estiva (kigo: notte breve), rievoca la malinconica storia di Giō, narrata nel primo capitolo dello Heike Monogatari (平家物語, XIV sec dC), la celebre epopea bellica incentrata sullo scontro tra i clan Taira e Minamoto per il dominio del Giappone. Malgrado questo romanzo sia focalizzato sui Taira, esso è però narrato dal punto di vista dei Minamoto, la qual cosa aiuta a comprendere il taglio critico che caratterizza alcune figure centrali, segnatamente quella di Taira no Kyomori (平清盛), leader del proprio clan e protagonista dell’opera stessa.

Tra gli episodi di carattere non bellico che meglio illustrano la crudeltà di Kyomori, spicca per intensità emotiva quello di Giō, la bellissima e…

View original post 593 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Maria Laura Valente.

One thought on “La shirabyoushi congedata – commento ad uno haiku di Yosa Buson

  1. Onoratissima di avere su Memorie di una geisha questo contributo di altissimo valore, cara Maria Laura. Io penso che per comprendere bene questo affascinante universo letterario,sia necessario, conoscere anche gli elementi di letteratura che fanno da corollario. Hai una scrittura fluida ed una cultura immensa, da anni attendevo una persona come te, che aprisse nell’universo haiku italiano,una finestra su un mondo così distante da noi eppur così intriso di fascino. Ti ringrazio moltissimo per la condivisione, spero di potere avere questo genere di articoli sempre più spesso.
    Ps, Memorie ha anche un sito, lo voglio assolutamente rifare e inserirvi i contributi tuoi e di tanti haijin italiani che negli anni hanno collaborato a fare conoscere questa bellissima forma poetica.GRAZIE❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: