Lettera di Margherita Guidacci* a Tiziano Minarelli sullo haiku

magheLettera di Margherita Guidacci* a Tiziano Minarelli. Pag 211 dell’ e book. Vi invito alla lettura, perché si parla di haiku e della scoperta della Guidacci della poesia giapponese.

* Margherita Guidacci (Firenze, 25 aprile 1921 – Roma, 19 giugno 1992) è stata una poetessa e traduttrice italiana, vincitrice del Premio Dessì e del Premio Scanno.

Clicca qua 

GLI HAIKU DELLA GUIDACCI

Ultima neve
già tramutata in fori
su queste siepi.

Un lampo verde.
È guizzata la biscia
lungo il fosso.

Meriggio, quiete,
respiro della terra
nel mio respiro.

Le prime nebbie
ed uccelli di passo.
Viene l’autunno.

Cadon le foglie.
In cuore si risvegliano
tutti gli addii.

Cavallo brado
sui lidi della notte
galoppa il vento.

Gatto nel buio:
due occhi scintillanti
fissan la luna.

Ora deserta.
Soltanto il gelo, il vento
e lunghe ombre.

Sera d’autunno.
Sulla strada fangosa
ci separiamo.

Treno di notte.
Sulla mia insonnia passano
altri destini.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

2 thoughts on “Lettera di Margherita Guidacci* a Tiziano Minarelli sullo haiku

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: