L’intervista a Andrea Cecon

andrea

D) Presentati brevemente, indicando anche il tuo blog, se ne usi uno per pubblicare.

Mi chiamo Andrea Cecon, ho 43 anni e sono uno scrittore di poetica haikai pubblicato in Italia e all’estero da oltre un decennio. Fino all’anno scorso ho ricoperto la carica di vicepresidente della Associazione Italiana Haiku (AIH).

D) Quando hai iniziato a scrivere cosa ti ha spinto e perché?

Un incontro a casa d’amici una dozzina di anni fa preparò la strada! Penso che siano state la curiosità e la voglia di mettermi in gioco ad avermi spinto ad iniziare… La passione per la scrittura è qualcosa che mi porto addosso da molto tempo, ma il cimentarmi con la poesia minimale era qualcosa che mi attirava estremamente. Una vera novità ed una vera sfida.

D)  Che genere di poesia scrivi? Se più di uno, in quale pensi di riuscire ad esprimerti meglio?

Scrivo sostanzialmente haiku, ma nel corso del tempo ho abbracciato molti sottogeneri della poetica d’ispirazione giapponese. Ad esempio mi sono molto affezionato al genere haibun nel quale ho trovato forti legami con una esperienza più personale e maggiormente sentita.

D)  Il tuo lavoro è influenzato/ispirato da qualche poeta del passato? Se sì, chi è e in che modo ti influenza/ispira.

Sono dispiaciuto, ma non ho un nome preciso al quale potrei essermi ispirato.

D)  Spesso i poeti sono attivi anche in altri campi creativi. Oltre alla poesia ti esprimi anche in altri campi artistici non-letterari? Quali?

Purtroppo non è il mio caso. Mi sarebbe piaciuto dedicarmi a forme d’arte più visuali per cercare un legame con la poesia giapponese, ma non ho mai trovato l’occasione…

6) Quale tipo di letture preferisci?

Sono piuttosto eclettico come lettore. Mi piacciono molto la saggistica, certi romanzi e le biografie. Negli ultimi anni mi sono dedicato ovviamente alla poetica d’ispirazione giapponese ed alla lettura di altri autori di poetica haikai anche in lingua inglese.

D)In tempi recenti è sempre più frequente la pubblicazione di poesie su blog o social network. Molto spesso si possono trovare lavori interessanti e ben scritti. C’è qualche poeta che torni a leggere di frequente e che vorresti raccomandare?

Come autori sicuramente l’elenco sarebbe molto lungo, ma senz’altro nel panorama anglofono farei i nomi di DietmarTauchner, haijin austriaco, e dello sloveno DimitarAnakiev. Sui lavori di entrambi questi autori sono tornato a riflettere parecchie volte negli ultimi anni. Gli autori italiani stanno crescendo sia numericamente che qualitativamente, ma tra di essi secondo me, credo che meritino una certa attenzione Marco Pilotto e Guido Cupani per la freschezza dei loro lavori. Come presenze femminili l’elenco sarebbe addirittura smisurato, ma sempre in lingua inglese mi sento molto vicino alla sensibilità dell’autrice americana AubrieCox. Mi piacciono molto anche gli haiku delle autrici slovene Polona Oblak e AlenkaZorman. Per l’Italia farei senza alcun dubbio il nome di Maria Laura Valente ma le autrici di pregio anche in questo caso sono veramente tante…

D)  Hai mai pubblicato una raccolta personale delle tue poesie? Se sì fanne una breve descrizione indicando anche i dettagli della pubblicazione (editore, distributore)

Negli anni scorsi ho fatto diversi tentativi (anche con le piattaforme di self-publishing) che hanno trovato difficile affermarsi come vere e proprie pubblicazioni. Ho trovato invece stimolante lavorare con il formato e-book in particolare con Amazon. La mia pagina-autore contiene rimandi sia le mie pubblicazioni in italiano che in inglese:

http://www.amazon.com/author/andreacecon

Tra la fine di quest’anno e i primi mesi del prossimo dovrebbe vedere la luce la mia prima raccolta su carta di haibun per un editore di Roma. I dettagli restano ancora piuttosto riservati (e le mie dita incrociate!).

Spesso i poeti sono persone eccentriche. C’è qualcosa di te che rientri in questa definizione?

Non credo di essere un eccentrico, ma forse bisognerebbe porre questa domanda alle persone con le quali ho una intensa frequentazione…

D) Per chiudere l’intervista cita tre dei tuoi versi che credi siano i migliori (indicando tra parentesi il titolo della poesia e, se pubblicata, dove leggerla.

Questi tre attualmente sono tra i miei preferiti. L’elenco penso che sarebbe in realtà ben più lungo… Tutti e tre sono stati pubblicati all’estero ed il primo è una mia collaborazione per un haiga con Aubrie Cox che allego volentieri…

la libellula
un sogno di bambino
torna indietro

dragonflies
a childhood dream
comes back

Chrysanthemum nr 8, Ottobre 2010 (A / USA)

ciottoli lisci
l’odore della pioggia
scivola via

smooth pebbles
the smell of rain
slips away

3° classificato Ræd Leaf Poetry Award – Haiku section, ed. 2014 (IN)

biancheria stesa
i colori sbiaditi
del crepuscolo

drying laundry —
the faded colors
of twilight

Tinywords 16.2, 11 Ottobre 2016 (USA)

Biografia

Andrea Cecon, nato a Udine nel 1973, vive con la moglie Valeria a Cividale del Friuli. Formatosi professionalmente come tecnico audioprotesista, scrive haiku dal 2003. Pubblicato in diversi Paesi del mondo, ha ricoperto la carica di vicepresidente dell’Associazione Italiana Haiku (AIH) dal 2013 al 2016.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

2 thoughts on “L’intervista a Andrea Cecon

  1. Ringrazio Andrea per la bella intervista che ha donato al blog e che come nelle precedenti, ci consente di guardare oltre lo “scrittore”, che ci racconta i suoi esordi, le sue letture preferite (molto interessanti per altro), e i suoi successi all’estero nelle vesti di haijin. Complimenti Andrea, ti ho letto con grande piacere 🙂

    • Grazie Eufemia per questa opportunità. Sono molto contento che le mie parole siano risultate interessanti (come i consigli sugli autori da leggere…) 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: