Oliviero Amandola – Haibun

olv

Haibun: parole di neve

Mi sveglio nel cuore della notte e guardando la neve coprire la botola, mi chiedo a come sarà la mia vita senza di te: guardarsi indietro e capire quanto poco ho vissuto le piccole cose di tutti i giorni con voi, quanto poco contano i soldi e il senso di vuoto che lasciano nella vita, o tenere gli occhi chiusi nel letto di casa ma aperti nei ricordi per non far vedere a nostro figlio le lacrime, vedere nella luce dell’aurora la solitudine dei fiori, visualizzare il tuo profilo Facebook congelato al giorno in cui io tenevo la mano a Jacopo mentre faceva i primi passi verso il mare e, voltandomi dalla parte vuota del letto, vedere ancora tu che sorridevi felice di avere avuto una seconda possibilità. Accendo la luce della cuccetta e prendo una foto dal cassetto. L’accarezzo e ritorno a letto. Ha un cuore questa foto, e sentirlo nella mia mano mi trasporta ogni volta accanto a te.

Tutto il cielo
La neve di inizio viaggio
nel tuo sogno

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: