Lucia Viola – Mini haibun

cast

È una fredda e piovosa mattina di pieno autunno ed io mi sto godendo alcune ore libere a spasso per la città, insolitamente senza fretta e senza meta.
Mi piace camminare sotto la pioggia: mi sembra che le gocce d’acqua lavino via le brutture e diluiscano i pensieri; il ticchettio fitto e regolare sull’ombrello e i miei passi cadenzati sull’acciottolato mi calmano e mi alleggeriscono.
Di tanto in tanto sbircio qualche vetrina e qualche cortile interno dei palazzi storici oppure osservo le nubi scure sopra i vicoli.
All’angolo tra due vie centrali mi sento avvolgere da un leggero odore di fumo, acre e dolce insieme : di fianco all’edicola un vecchio ambulante sta cuocendo le caldarroste. Ne prendo un piccolo cartoccio, soprattutto per riscaldarmi, e mentre lo tengo tra le mani sento nascere in me un senso di serenità profonda, mista ad una lieve malinconia. Quel profumo e quel tepore mi riportano in un altro luogo e in un altro tempo. Mi ritrovo nella mia casa d’infanzia, accanto alla stufa a legna, insieme a papà. Con il suo coltellino svizzero intaglia la superficie convessa delle castagne per poi metterle sul fuoco. Le sue mani grandi, ruvide e un po’ annerite rigirano più volte le castagne finché la buccia èbruciacchiata da entrambi i lati. Poi le avvolge in un panno di lana e le tiene in grembo-come a cullare un piccolo e amorevole tesoro- fino a quando la cottura è perfetta.

Castagne arrosto

Le mani grandi e calde

di mio padre

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: