Le Lumachine, numero 33: il senryù italiano contemporaneo – Rivista diretta da Stefano d’Andrea

“Le lumachine”, il periodico diretto da Stefano d’Andrea, è diventato un appuntamento molto atteso e assai piacevole. Ringrazio Stefano per avere inviato il numero 33, dedicato al  senryù italiano contemporaneo, che potete leggere e scaricare al link qua sotto o cliccando sulla copertina della rivista. Congratulazioni a tutti gli scrittori inclusi in questo numero. 

https://eueufemia.files.wordpress.com/2019/05/4093-2.pdf

20190510_141503

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da Eufemia Griffo.

One thought on “Le Lumachine, numero 33: il senryù italiano contemporaneo – Rivista diretta da Stefano d’Andrea

  1. Quando Stefano d’Andrea mi ha chiesto d inserire il mio senryu sulla vongola nella raccolta che aveva intenzione di pubblicare nella sua pregevole rivista, ho avuto qualche perplessità perché non mi considero un senruista e certamente non ci avrei fatto una bella figura al confronto con tanti bravi amici di sicuro talento. Penso, infatti, che , come è facile scivolare dallo haiku nel senyu , è altrettanto imbarazzante , partendo dal senryu, ritrovarsi a scrivere barzellette. Ma Stefano d’Andrea è un amico e, per vincere la mia esitazione, mi ha incoraggiato a cercare più attentamente tra i miei componimenti perché sicuramente ne avrei trovato qualcuno più vicino al senryu che allo haiku . E’ così’ che, rileggendo i miei lavoretti , non è stato necessario andare troppo lontano per scorgere, dietro le righe, tanta benevola ironia : atteggiamento che non è certamente un buon viatico per entrare nello spirito di uno haiku. Pertanto per me è motivo di viva soddisfazione comparire nelle “Lumachine” accanto a tanti bravi scrittori di senryu , con la consapevolezza che è più facile di quanto si possa credere cominciare a scrivere uno haiku e ritrovarsi in un senryu.
    Grazie di cuore a Stefano d’Andrea per l’ospitalità nelle “Lumachine “: è sempre timolante per me confrontarmi con tanti bravi autori, dalle cui opere anche questa volta ricaverò certamente spunti interessanti per alimentare una diversa vena creativa , buona per rompere un po’di quella “seriosità” che è alla base dello haiku.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: